Come scegliere il reggiseno giusto per ognuna di noi, conosci il Bra Fitting!

E’ molto importante saper scegliere il reggiseno perfetto per ottenere comfort, il giusto sostegno e armonia della silhouette! Il mondo dell’intimo oggi sempre più articolato e ricco di spunti e proposte ci offre una miriadi di soluzioni. Per questo, può essere difficile fare la scelta giusta. Immergiamoci quindi nel mondo dell’intimo e in particolare del reggiseno, partendo dal presupposto che ognuna di noi ha una forma del seno che richiede il reggiseno appropriato. Dopo aver pubblicato la nostra mini guida ai jeans, eccone una per azzeccare il modello di reggiseno più adatto a noi!

Come scegliere il reggiseno giusto, partiamo dalla taglia

Prima di tutto, per capire la taglia e misura della coppa dovresti misurare con un metro da sarta la circonferenza toracica misurata nel sottoseno e della coppa (per intenderci la parta più sporgente del seno, in prossimità del capezzolo).
La prima regola è: chi ha un seno grande non deve schiacciarlo o abbassarlo.
Ricordaabbassare il seno porterebbe otticamente abbassare anche la figura nel suo complesso.

Il reggiseno perfetto la taglia giusta come misurarla

Il reggiseno perfetto la taglia giusta come misurarla

Ormai tutte sappiamo che la misura del sottoseno si misura in numero ordinale, quindi prima, seconda, terza e via dicendo. La lettera invece è che segue è la misura della coppa. La lettera B corrisponde alla coincidenza fra misura della circonferenze a coppa. Una 2B sarà quindi sia una seconda di torace che di coppa. Una 3A sarà una terza di torace, ma scalerà indietro di una taglia per la coppa, quindi corrisponderà ad una seconda. Una 4D sarà una quarta di torace e una sesta di coppa.

Come è composto un reggiseno, guardiamo tutte le componenti per sceglierlo al meglio

Le parti di un reggiseno

Le parti di un reggiseno

Per prima cosa, il reggiseno può essere costruito su base (la coppa poggia su una base che sembra il prolungamento del dorsale, questo regala maggior sostegno e aderenza) o non costruito su base (reggiseno più leggero ma che talvolta non regala aderenza al torace). La costruzione su base è senz’altro consigliata per chi ha un seno abbondante o per chi ha un seno medio ed ha necessità di sostegno.

Passiamo alla parte posteriore del reggiseno e guardiamo il dorsale. Questo può essere a “brassière” che distribuisce meglio il peso del seno su tutta la schiena alleggerendo la pressione sulle spalle o “perpendicolare” generalmente utilizzato per reggiseni più leggeri. Anche qui nella scelta influisce il volume e il peso che dobbiamo sostenere. Tanto più voluminoso è il seno tanto più dovremo scegliere un reggiseno con dorsale a brassière.

Le coppe possono essere di varie forme e realizzate in vari tessuti. Fra i tessuti più diffusi adesso oltre al pizzo, la seta, il cotone, troviamo anche lo “spacer”, un tessuto elastico, fresco e traspirante, che segue molto la forma, il “memory” un tessuto più tecnico che si adatta con il calore corporeo alla forma del seno, solitamente di media coprenza. La coppa a “coque” è la coppa foderata che crea spessore, molto utile sia come elemento di sostegno che per la sua coerenza, per nascondere completamente la forma del capezzolo che allevate altrimenti, potrebbe intravedersi da alcuni tessuti, specialmente se di dimensione grande e sporgente.

Il centralino (la parte di tessuto che divide le due coppe) può essere più ampio se il nostro intento è quello di dividere i seni, oppure se lo spazio tra i due è ampio o più stretto se invece vogliamo avere un effetto più unito. Inoltre più essere di altezza variabile. Nel push up il centralino è praticamente inesistente. Nei reggiseni per seno abbondante solitamente ha invece un’altezza più importante.

Gli spallini di solito hanno una parte elastica (dietro) e una parte non elastica (davanti). La parte elastica con la fibbia scorrevole non deve battere sulla clavicola o sulla spalla: con il tempo questo diventerebbe doloroso e fastidioso. In alcuni modelli sono tutti elastici. Hanno dimensioni diverse, saranno quindi più larghi per reggiseni che devono sostenere pesi importanti per distribuire meglio il peso su una superficie più larga. Esistono ovviamente modelli senza spalline o spalline removibili. Difficilmente riescono a sostenere un seno molto importante.

Il ferretto è un elemento fondamentale per tutti quei modelli che devono svolgere una funzione di sostegno un seno grande. Esistono anche modelli che possono dare sostegno anche senza ferretto ma sono più rari. Il ferretto non è mai a contatto con la pelle, generalmente è inserito in un tubicino imbottito ed è uno degli ultimi passaggi nella creazione di un reggiseno. per questo non potrà creare mai allegri. Eeventuali manifestazioni allergiche sono quindi da imputare al materiale di cui è costituito il ubichino piuttosto che alla parte metallica del ferretto.

Come scegliere il reggiseno giusto in base alla forma del tuo seno 

Il seno a campana è un seno pesante, generalmente chiamato “a pera” con una forma più stretta nella parte superiore e molto più ampia in quella inferiore. La scelta migliore sarà un reggiseno coprente che sostenga adeguatamente il peso. 

I seni opposti hanno invece un orientamento destra-sinistra, i capezzoli puntano in direzioni opposte. Di solito non sono seni particolarmente voluminosi e tendono ad avere molto spazio al centro fra una mammella e l’altra. 

Il seno a coppa è quello quello con maggiore vestibilità rispetto a tutti gli altri, contraddistinto da una forma tondeggiante e piena in tutta la mammella. Questo seno è caratterizzato da un ampio spazio centrale e i capezzoli puntano in avanti.

Il seno sportivo è generalmente una coppa A o B (con torace sviluppato e coppa più piccola in proporzione). Questo seno è più ampio nella parte superiore rispetto a quella inferiore perchè il muscolo pettorale è solitamente ben sviluppato rispetto alla massa grassa, è generalmente quindi magro, con poco tessuto mammario. Il miglior reggiseno in questo caso è il push up se si vuole aumentare il volume e renderlo più femminile, la bralette o il triangolo imbottito. Questo seno infatti ha più bisogno di volume che di sostegno.

Il seno a goccia ha una scollatura bassa, nel senso che essendo un seno più svuotato nella parte alta, lascia più spazio tra la base del collo e l’attaccatura del seno. Per questo seno è meglio optare per un reggiseno che sostiene, le coppe aiutano a sollevare il seno riempiendo la svuotatura che rimane nella parte superiore. 

Il seno rotondo è un seno facile da vestire e gestire, è sostenuto, tonico e spesso non prosperoso: leggermente distanziato al centro, appartiene generalmente a quelle donne che hanno subito un ritocco chirurgico, ma non sempre, perchè può essere naturale. Il miglior alleato di questo seno è il balconcino che esalta le curve. In generale non richiede molto supporto il che consente di adattarsi un po a tutti i tipi di reggiseno.

Il seno asimmetrico: questa caratteristica vale un po’ per tutte, ma ci sono donne per cui questa caratteristica è più accentuata o per natura o per un post allattamento o perchè sono state supposte ad intervento chirurgico per necessità ahimè di salute. La cosa migliore per valorizzare questo seno è scegliere un reggiseno con cuscinetti rimovibili, che consentono di aggiungere un imbottitura (o anche due) nel seno più “svuotato” ottenendo un bilanciamento.

I modelli di reggiseno che troviamo in commercio

Balconcino alla francese

Balconcino alla francese

Il balconcino: classicamente quello detto anche alla francese, ha le spalline molto laterali, centralino alto che aiuta a dividere i seni, può essere anche imbottito e solleva il seno valorizzando il decoltè. Sicuramente è il modello più femminile, si consiglia da una seconda taglia in sù. Può vestire anche seni voluminosi fino ad un certo limite.

Il balconcino avvolgente è invece adatto a chi ha un seno più prosperoso. Le spalline sono sempre laterali ma non come il balconcino classico, il centralino non è troppo alto ed è adatto ai seni morbidi e voluminosi che non riescono ad indossare il balconcino alla francese. Perfetto per le donne che hanno il seno pieno, a campana e a goccia. 

La Coque avvolgente  ha uno spallino più centrale rispetto al balconcino, scollatura a cuore ed un effetto invisibile. Infatti è realizzata spesso con materiale coprente.

Il triangolo con ferretto ha gli spallini più centrali, centralino medio e un effetto invisibile. Non è assolutamente adatto a chi ha il seno svuotato, seno a campana o a goccia. Si adatta bene quindi a chi ha un seno piuttosto pieno anche nella parte superiore. Perfetto per un seno tondo a coppa ma anche per il seno opposto. 

modelli reggiseno

Il modello push up ha le spalline mediamente laterali, il centralino molto basso per unire il seno. Il push up avvicina e aumenta di una taglia il seno naturale, questo modello è perfetto quindi per chi ha un seno piccolo o comunque vuole più volume. Se il seno è rilassato, il push-up può creare un effetto “budino” sulla parte di mammella che viene proiettata all’esterno della coppa. In questo caso quindi è meglio optare per un balconcino magari anche imbottito ma che riesca ad accogliere meglio il seno. 

come scegliere il reggiseno perfetto

Il modello “tre parti” è chiamato così perché la coppa è divisa in tre parti per dare profondità e avvolgere meglio il seno. E’ la soluzione perfetta per chi ha un seno abbondante a partire dal sottobraccio. Possiamo trovare anche il modello “quattro parti” che ha differenza del tre parti ha una scollatura più profonda. I 4 spicchi, con l’aggiunta quindi di una sezione nel sottoseno, hanno il compito di alzare maggiormente il seno rispetto al tre parti. Adatto a chi ha un seno a goccia perché la parte laterale porta il seno verso il centro.

Come scegliere il reggiseno giusto, gli errori più comuni

Parliamo degli errori più comuni.

1 – Un reggiseno giusto di coppa ma con una misura di torace non adeguata. Se si sceglie un reggiseno con un giro torace troppo largo, il dorsale tenderà a salire, creando la forma a ponte sulla schiena. Otterremo un risultato quindi di minore sostegno, inoltre la schiena tenderà ad incurvarsi e otticamente si abbasserà la figura. Alzando le braccia in alto quindi dovremo verificare che il reggiseno non sfugga verso l’alto. Dovrà invece rimanere ben stabile sul torace. Ciò che sorregge il seno è il sottoseno, non le spalline che saranno liberate dal peso se la misura del torace e della coppa sono giuste.

2 – La coppa di taglia sbagliata. La coppa deve essere della misura giusta, contenere il seno a partire dal laterale, compreso il sottobraccio (alle volte il seno è largo soprattutto nelle donne molto in sovrappeso), fino allo sterno. Anche in verticale la coppa dovrà contenere il seno. E importante evitare che una coppa troppo stretta o poco profonda faccia sì che il seno venga schiacciato sotto il ferretto. La coppa dovrà avere la profondità necessaria per evitare che parte del tessuto sbocchi dalla parte superiore, ma anche inferiore. Inoltre una taglia piccola provocherà lo schiacciamento del seno, cosa assolutamente da evitare. Una coppa troppo grande invece provocherà metterà in evidenza dei vuoti nella parte superiore, pieghe del tessuto anche h visibili dagli abiti e poco sostegno.

3 – Il reggiseno indossato male. Quando si prova o si indossa il reggiseno è necessario calzare il seno e accomodarlo all’interno dello spazio della coppa, allacciarlo in modo che l’elastico della circonferenza sia ben aderente al torace. regolare le spalline in modo che possano operare il giusto sostegno verticale senza però segnare troppo la spalla.

4 – Seno abbondante reggiseni senza struttura. Se hai un seno voluminoso e pesante, prediligi dei modelli che ti garantiscano sostegno e contenimento. Il 3 parti, il 4 parti, la coque, il balconcino rinforzato sono senz’altro da preferire. Sceglili con uno spallino non troppo sottile, la costruzione su base, fasce laterali proporzionate al volume del seno che devono accogliere e dorsale a brassière che possa distribuire al meglio il peso su più punti. Un seno non raccolto adeguatamente oltre a sciuparsi più in fretta ti farà sembrare meno snella e tenderà ad abbassare la figura.

5 – Seno piccolo e coppa che scosta. Se hai un seno piccolo cerca un modello di reggiseno che non abbia troppa profondità e che sia in grado di aderire anche lungo i bordi della coppa al tuo seno. Soprattutto quando la coppa è imbottita e quindi più rigida, assicurati che il bordo non scosti dalla pelle nella parte superiore. Usa nel caso delle lunette di gommapiuma che riempiano nella parte inferiore la coppa e riescano a spingere verso l’alto il seno per colmare il vuoto lungo il bordo.

E tu quali reggiseni preferisci indossare? Sei sicura di aver scelto il reggiseno giusto per te?